Clafoutis alle ciligie

Il ponte del 2 giugno per gli Italiani corrisponde ad una mini vacanza al mare e per noi espatriati che invece lavoriamo significa avere ospiti! Questo week-end abbiamo avuto qualche visita da parte della famiglia e di amici carissimi. Ma a casa l’inizio di giugno é diventato anche un appuntamento per la raccolta delle ciliegie!Abbiamo 3 piante in giardino che ci regalano dei fiori bianchi e profumati in primavera e ora un sacco di ciliegie.FullSizeRender

Il problema delle ciliegie é che maturano tutte insieme e non riusciamo mai a mangiarle tutte … siccome ci spiace buttarle un po’ vanno ad amici e vicini di casa ma sono sempre alla ricerca di qualche ricetta per poterle utilizzare al massimo. Lo scorso anno avevo provato una torta che però non mi aveva soddisfatta al 100% quest’anno l’ho riprovata facendo qualche cambiamento ed é venuta buonissima!

La torta é un « clafoutis alle ciliegie », sul web si trovano mille ricette, io vi metto la mia, con l’aiuto del bimby!

Ingredienti:

– ciliegie (non le ho pesate)

– 150 gr di zucchero

– 100 gr di farina

– 2 uova

– 500 ml di latte

– vaniglia del Madagascar

– un pizzico di sale

Denocciolate le ciliegie e tenetele da parte.

Nel frattempo mettete lo zucchero e la vaniglia nel boccale, 30sec. modalità Turbo. (Io ho avuto la fortuna di utilizzare della vaniglia che mi ha portato un conoscente dal Madagascar sennò va bene anche una busta di vanillina). Unite le uova e formate una crema 60sec. Vel. 4. Unite poi la farina, il latte e un pizzico di sale altri 60 sec. vel. 4. Si formerà una pastella abbastanza liquida. Nel frattempo imburrate molto bene una teglia/pirofila e mettete le ciliegie sul fondo. Sul web trovate chi le mette distanziate, chi ne mette una certa quantità ecc, io ho ricoperto il fondo.

IMG_5018

A questo punto versate la pastella e a gradimento aggiungete ancora delle ciliegie. Infornate in forno già caldo a 180°per ca 40 minuti.

IMG_5021

et voilà! ……. potete servirla tiepida o fredda.

Buon appetito!

Annunci

Angoli d’Italia : Bussana Vecchia

Questo sarà un  post più che altro fotografico per portarvi in un luogo particolare, un altro angolo d’Italia, rimasto fuori dal tempo.

2015/01/img_3595.jpg

Fra qualche settimana si parlerà di  Sanremo, della riviera ligure, della  città dei fiori; ed ecco che proprio tra Sanremo ed Arma di Taggia si trova un borgo medioevale decisamente caratteristico: Bussana Vecchia.

Nel 1887 un violento terremoto distrusse l’abitato di Bussana e venne in seguito abbandonato e lasciato diroccato. Questo fino alla fine degli anni 60 quando un gruppo di artisti  decise di fondare lì una comunità di artisti. Una vera e propria comunità con una sua Costituzione che ha lasciato intatti i ruderi all’esterno ricostruendo solo gli interni con i materiali a disposizione sul posto (per chi volesse approfondire la storia vi rimando al sito ufficiale http://www.bussanavecchia.it/).

Si arriva a Bussana Vecchia con una stradina stretta che si inerpica sulla collina e si deve lasciare la macchina all’inizio del borgo. Una volta parcheggiata la macchina farete un salto nel passato, dapprima vedendo alcune macchine degli anni 90 parcheggiate ai piedi del borgo e poi salendo per le stradine in mezzo ai ruderi.

IMG_3602

2015/01/img_3585.jpg

In questo periodo  é semideserto ma alcune delle botteghe di artisti sono comunque aperte e devo dire che si respira un’aria particolare. In cima subito dopo la chiesa a cielo aperto, assai impressionante, c’é un giardino molto pittoresco che consiglio di vedere. Si paga un’ingresso di € 2,50 (solo per gli adulti) e alla fine avrete una “sorpresa”. Il giardino in realtà é un susseguirsi di terrazzini accessibili con scalinate un po’ scoscese, ma dall’alto si gode di un panorama di tutto rispetto. Tutt’intorno una miriade di vasi e vasetti con piante grasse più o meno rigogliose, più o meno colorate e fiorite.

FullSizeRender
la chiesa
2015/01/img_3596.jpg
la vista dai giardini

In una delle terrazzine accediamo ad una sorta di museo che somiglia più ad una stanza dei ricordi; dove  é possibile curiosare nella storia di questi luoghi.

IMG_3603

All’uscita dal giardino, una piccola sorpresina ci attende ovvero una piantina  “figlia” di una delle tante che caratterizzano questo giardino. Dovrebbe vivere cent’anni…vedremo!

IMG_3574

Ovviamente quando facciamo le nostre “gite” in Italia andiamo alla ricerche di nuovi ristoranti così da ampliare il nostro carnet di indirizzi della buona tavola!

2015/01/img_3589.jpg

A Bussana siamo stati al ristorante la Casaccia che si trova sulla strada appena prima di arrivare al borgo. La specialità? la carne alla brace! Ma non solo!

Noi ci siamo deliziati con una pasta con salsiccia, una tometta alla brace, verdure grigliate, salamelle e patate al cartoccio …  per finire? un tiramisù fatto in casa!

2015/01/img_3592.jpg

E per smaltire tutto questo ci siamo fatti  una bel giro in bicicletta sulla pista ciclabile da Sanremo a Riva Ligure!

2015/01/img_3590.jpg

2015/01/img_3591.jpg

ARRIVEDERCI BUSSANA VECCHIA!

2015/01/img_3593.jpg

La MIA insalata preferita!

Oggi a pranzo ero sola e questo non capitava da un po’, che poi proprio sola non ero, c’era lo Stiazzo con me, ma lui mangia ancora la sua pappa e quindi la scelta del menù é stata solo mia!
Avevo voglia di insalata, ma non della solita insalata con pomodorini, mozzarella ecc e così ho creato la “mia” insalata preferita mettendo solo gli  ingredienti che mi piacciono.

IMG_1697-001

Vi lascio la ricetta magari potrebbe piacere anche a voi 😉

Ingredienti:
– Valerianella/songino
– Avocado
– Crostini di pane
– Mirtilli rossi disidratati
– Salsa vinaigrette “maison”

Incominciamo con la salsa vinaigrette.
La salsa vinaigrette é tipicamente francese, esiste in diverse declinazioni e già pronta, io però preferisco farla e variarla leggermente.

La ricetta “tradizionale” é fatta con olio, aceto, sale, pepe, succo di limone e senape. La mia variante é stata: olio (rigorosamente pugliese!), aceto (balsamico), sale, pepe e maionese fatta in casa.

Alla base di vinaigrette ho aggiunto i mirtilli rossi disidratati.

IMG_1705-001

In seguito  il songino e i crostini di pane.
L’avocado l’ho messo per ultimo lasciandone una parte di lato da mangiare solo con un po’ di condimento.

IMG_1698

 Questa versione va bene anche per chi é vegetariano, se invece qualcuno volesse aggiungere delle proteine io consiglio il salmone affumicato.

Dopodiché… un buon caffé! 😉

 

Buona Pasqua

La mezzanotte è passata e io dovrei essere a letto per poter dormire almeno quelle poche ore in cui il piccolo dorme, e invece no!

Me ne sto in cucina… L’odore della torta al cioccolato che cuoce in forno riempie l’aria ed io mi godo il silenzio e un pizzico di solitudine che a volte mi manca.
Buona Pasqua di cuore a tutti.. In questo momento di solitudine penso a tutte le persone a cui voglio bene soprattutto quelle lontane …e così me le sento vicine e mi fanno compagnia! 
Come se mangiassero una fetta della mia torta  con me….

Libera una ricetta… latte materno

L’appuntamento di libera ricette mi piace un sacco però questa volta mi ha colta molto impreparata. Colpa del trasloco, della nuova vita a 4 e i soliti problemi di organizzazione mi ritrovo a non avere nessuna super ricetta e poche pochissime foto di quelle che ho fatto ultimamente … Diciamo che la mia specialità ultimamente è… il latte materno!!

Ingredienti:
– due tette sempre a disposizione
– amore a kg
– etti di calma e pazienza
Non necessita cottura!
Estrarre una tetta, ovunque tu sia. Portare il pargolo a sè; mettersi tranquille, rilassarsi, il latte esce senza problemi e a temperatura giusta.

Happy Breastfeeding !!

"Liberiamo una ricetta" …anche se é la più libera del mondo…lapizza!!!!!!!

Quando si vive all’estero ci si accorge del perché la cucina italiana  sia la più amata nel mondo……..

Ci si rende conto di quanti prodotti manchino e di quanto ci piacciono!!!
La cucina di tutti i giorni diventa perciò spesso tradizionale, si va alla ricerca delle origini e degli ingredienti che appunto spesso non ci sono ..

E poi c’é lei….. LA PIZZA che tutti fanno, imitano, tutti credono sia loro….  e invece son convinta di una cosa… la vera pizza, la migliore …é  quella fatta in casa!!!!!!!!!

Ecco 5 buoni motivi per fare la pizza in casa :
– mette allegria!!
– si evita di andare a prenderla in pizzeria e alla prima rotonda  far finire tutto l’olio e…  i 4 formaggi sul sedile (sperimentato purtroppo!!!)
– l’adorano tutti..grandi e piccini (é stato il nostro cenone del 24 dicembre!!)
– é buona anche riscaldata ( a colazione!!!!!!!)
– si evita che il ragazzino di turno che fa la consegna suoni il campanello alle 10 di sera quando la tua piccola si é appena addormentata…. ahhahfbze fu¨%#'”@^`|–(£¨µ¨£µ!!!!!!!!!!

Devo dire che io un pò baro …perché con il Bimby l’impasto si fa in 3 minuti … 

Ingredienti

  • 600 gr Farina tipo 0 (o manitoba)
    – 320 gr Acqua frizzante (oppure metà dose acqua e metà di latte)
    – 40 gr Olio d’Oliva
    – 1 Cubetto di Lievito (da 25 gr)
    – 10 gr Zucchero
    – 10 gr Sale
    Si inserisce nel boccale l’acqua, l’olio, lo zucchero, il lievito. 5 Sec. Vel.3.
    Si aggiunge la farina e il sale. 3 Min. Vel. Spiga.
    Lasciarla lievitare per qualche ora… io la metto in forno spento (al max lo faccio arrivare ad una temperatura di 35° ca)

    (chi volesse vedere altre ricette le può trovare qui: http://www.ricette-bimby.com/2010/03/pasta-per-pizza-bimby-tutte-le-ricette.html )

    E poi una volta stesa…….. via libera alla fantasiaaaaaaaaa!!!!!!!!!!

    Io adoro la pizza ai formaggi … non so resistere …
    di seguito vi metto la foto e la ricetta della pizza della mia bimba… rigorosamente preparata con le sue manine:

Base di pomodoro  con olio e origano, mozzarella (di cui la metà é finita prima di metterla sulla pizza), prosciutto cotto, gorgonzola e olive……

BUON APPETITO!!!!!!!!!!!!!!!!


“Le storie sono per chi le ascolta, le ricette per chi le mangia. Questa ricetta la regalo a chi legge. Non è di mia proprietà, è solo parte della mia quotidianità: per questo la lascio liberamente andare per il web“.

 ———————————
Io cercherò di offrire una pizza anche a loro…. 😉

http://www.centroastalli.it/index.php?id=9

La mensa del Centro Astalli è aperta cinque giorni a settimana, e ogni giorno prepara più di 400 pasti caldi. Il costo dei pasti: 5eur per un giorno, 25eur alla settimana o 100eur al mese. Si può donare qualunque cifra, utilizzando il conto corrente postale, n. 49870009, intestato a: Associazione Centro Astalli – via degli Astalli 14/A – 00186 Roma o tramite Bonifico Bancario, Banca popolare di Bergamo, sede di Roma, via dei Crociferi 44: IBAN IT 56 N 05428 03200 000000098333. Oppure PAYPAL