Vivere con un cucciolo in casa

E’ da tanto che non faccio due chiacchiere qui sul blog e prendo un caffé con voi! La vita “reale” ha preso il sopravvento. Qualche cambiamento lavorativo, una casa che a tratti sembra implodere,  due bambini che mi fanno disperare e un cucciolo… Per fortuna papà Malo mi é di grande aiuto ma avrei bisogno di giornate più lunghe!!

La sera poi é tremenda non ce la faccio proprio a riaprire il PC ho solo voglia di rilassarmi e dormire. Eppure nella mia testa ci sono un sacco di bozze di post che aspettano solo di essere scritti…

Cominciamo dalla vita quotidiana. Vi voglio raccontare un po’della nostra vita a 5!

Avere un “pelosetto” per casa e occuparsene in modo serio é una cosa decisamente impegnativa. Mi faceva già arrabbiare prima ed ora sono ancora più sensibile nel vedere la quantità di animali abbandonati, soprattutto dopo Natale, e ovviamente la maggior parte sono cuccioli.

Oppure leggere post di persone che chiedono informazioni dicendo che stanno cercando la razza di cane piú intelligente che esista, che vada d’accordo con i bambini, non abbai, non sporchi ecc.. ecco lasciate perdere! Un peluche é quello che fa per voi!

Un cane entra a far parte della famiglia e, soprattutto se cucciolo, va seguito e amato come tale, non é un soprammobile che quando ci stufa viene buttato.

Ormai con internet ci sono tutti i mezzi per potersi documentare, per leggere esperienze, per capire se una cosa può essere fattibile o meno.

Anche per questo vi racconto un po’della nostra esperienza!

Lady é arrivata a casa nostra molto piccola e sicuramente le prime settimane non sono state facili.  Un susseguirsi di pipí da asciugare e tante cose da imparare, un po’come per il primo figlio !! E proprio come per i bambini anche per gli animali ci sono diverse scuole di pensiero.

Di seguito una serie di cose da sapere quando si prende un cucciolo in casa.

  • Le pipì!

Se prendete un cucciolo piccolo piccolo come era Lady (2 mesi scarsi) preparatevi ad asciugare tante pipí e anche qualcos’altro! Noi avevamo sempre a portata di mano scottex e un disinfettante con un panno in microfibra per poter pulire le pipí lasciate. E’ fisiologico, a quell’etá come succede per i bebé, non sono in grado di trattenere e quindi fanno pipí dove si trovano, a volte  basta che stiano giocando, un po’di eccitazione  che ecco una pipi. Armatevi di pazienza é una fase che passa abbastanza in fretta, il cane prende le sue abitudini e chiaro non puo’trattenere i suoi bisogni per 24 h ma per una notte intera si!

  • I denti!

Come per le pipí anche i denti e il fatto di mordicchiare tutto sono una fase. Di solito la dentizione definitiva avviene entro i 7 mesi. I dentini da latte sono più affilati e le gengive in alcuni momenti doloranti per questo hanno bisogno  di mordere. Noi abbiamo dovuto rinunciare alle sedie in paglia perchè erano le sue preferite! Senza dimenticare le ciabatte e i zerbini…

  • L’educazione

Abbiamo scelto un cane di una razza grande, abbiamo bambini piccoli e siamo alla prima esperienza : ecco tre motivi per cui l’educazione del cane diventa fondamentale. Affidatevi a centri specializzati e cercate una persona di fiducia. Diffidate da chi usa metodi bizzari, come i collari a strozzo ecc. e sopratutto sappiate che va educato di giorno in giorno. Non serve a nulla fare il corso e poi non continuare a casa, anzi è proprio di giorno in giorno che si rafforza l’educazione. Bisogna insegnargli cosa può o non può fare  e soprattutto va ricompensato quando fa la cosa giusta. Noi abbiamo trovato un’educatrice pazzesca,  ha un feeling speciale con i cani e ci fidiamo molto di lei. Insieme abbiamo fatto ( e devo ammetterlo è soprattutto grazie a Malo!) un ottimo lavoro! Lady ci segue un po’ ovunque, si è abituata fin da subito e noi siamo tranquilli sapendo di poterla portare senza problemi. Un cane educato può essere portato nei negozi, lasciato libero di giocare negli spazi in cui è consentito sapendo che torna al richiamo e così via.

  • Il tempo

Un cane e in particolare un cucciolo ha bisogno del nostro tempo. Non bastano 5 minuti al giorno per fare i loro bisogni, vanno fatti correre e giocare. Hanno bisogno di attenzione, un po’ come i bambini, e di una buona dose di coccole. Hanno bisogno di cure e di essere spazzolati. La cosa che io trovo positiva è che se già prima tendevamo a frequentare i parchi e stare all’aria aperta ora con Lady ne approfittiamo ancora di più e questo fa bene non solo a lei ma anche a noi e ai bimbi!

  • L’Alimentazione: crocchette o alimentazione casalinga?

Siccome questo post è già diventato fin troppo lungo  scriverò in un altro post le nostre scelte per l’alimentazione di Lady! Come dicevo prima, ci sono diverse scuole di pensiero e diverse diete per i cani, ognuno deve adattare la propria a seconda dei tempi, del proprio cane, delle risorse ecc.

  • Amore e Rispetto

Un cane è un cane e come tale, reagisce da cane! Non é un peluche. Quando gioca con i bambini va sempre sorvegliato ma soprattutto vanno sorvegliati  i bambini. Proprio loro devono imparare per primi a rispettarlo e poi si creerà un rapporto speciale. Ogni tanto ho l’impressione di avere un bambino in più o forse due cani! sopratutto con lo Stiazzo si sta creando un rapporto veramente particolare, giocano insieme a modo loro, litigano per un pezzo di legno e scavano buche nella sabbia !


L’Amore che un cane sa dare è molto forte e particolare, tornare a casa e vederla che ti corre incontro per la gioia ti fa capire quanto incondizionato sia il loro amore. Non importa che giornata tu abbia passato, in quel momento dimentichi  tutto!

La sera farle le coccole diventa un momento di relax per entrambe, un momento in cui la mente si svuota e tutte le tensioni si allentano.

I loro sguardi poi, a volte valgono più di mille parole!!

 

 

 

 

 

 

Annunci