e come l’anno scorso, sul mare col pattino vedremo gli ombrelloni lontano lontano…

Come scrivevo lo scorso anno… Per noi c’è sempre una settimana di vacanza da italiano medio! Il Gargano,  meta ormai consolidata, quest’anno ci ha accolti con un bel sole e tanto caldo.

Non siamo fatti per le vacanze statiche ne avevo già parlato l’anno scorso però quest’anno avevamo incredibile bisogno di riposare e ne abbiamo approfittato. Siamo partiti con l’idea di fare qualche giretto in barca, ma il vento non ce l’ha consentito; di cambiare spiaggia e andare nelle spiagge della zona ma alla fine la stanchezza accumulata si è fatta sentire e il relax ha preso il sopravvento.

La settimana di mini vacanza non è stata “social” per mancanza di connessione Internet e devo dire che mi sono anche un po’ disintossicata da tutti questi social..?che alla fine si può vivere bene senza! …non fosse per un po’ dì sana curiosità ahahaha!!

Due chiacchiere le ho fatte con la vicina di ombrellone, una neo mamma di 27 anni, anche se ho cercato un po’ di tranquillità e quindi ora le due chiacchiere in stile “spiaggia sotto l’ombrellone”  le faccio qui con voi!

Il ritorno in Italia per le vacanze é strano; é sì tornare nel proprio paese ma a volte guardarlo con occhi diversi.

E’ parlare con le persone e a volte tradurre delle cose da un’altra lingua costruendo la frase in modo bizzarro.

E’ sgranare gli occhi ogni volta che si vedono i prezzi della frutta e della verdura.. In Puglia l’anguria mi va via a 30 cent al kg… Le pesche a 0,90 in Francia credo che non esista nulla sotto l’euro e ovviamente la qualità non è la stessa!

E’ sconvolgersi per la quantità di cibo che si riesce a ingurgitare !! Vi consiglio i cornetti di Matteosky a Vieste. Una vacanza a Vieste non sarebbe una vacanza a Vieste senza aver mangiato almeno un cornetto ripieno con la crema alla ricotta con gocce di cioccolato o addirittura con doppia crema (tipo ricotta e nutella). Rigorosamente dopo aver cenato!

E’ stupirsi per la quantità di venditori ambulanti sulla spiaggia.. È una cosa impossibile! Sono tantissimi, troppi e soprattutto passano in continuo. Lo Stiazzo di meno di due anni ogni volta che vedeva avvicinarsi uno gli diceva no grazie, grazie mille ma no! Scuotendo la testa come se fosse proprio spiacente! E poi cosa vendevano?.. Credo che l’80% ormai venda bastoni per i selfie o cover per i telefoni, gli altri le solite cose ( bandane, giochini, occhiali ecc). Ho scoperto invece che il mio telo mare di cotone con le frange è out per prediligere il telo con elastici agli angoli e tasche sul lato… ma non son caduta in tentazione!

E’ vedere la Stiazza all’ora di merenda che rincorre il tizio/tizia, a seconda delle volte, del cocco! Al grido di “coccooo cocco bello bello, rinfrescante cocco”
Fare tappa tutte le sere alle giostre, tappeti elastici e per la gioia dello Stiazzo alla piscina delle palline.

E’ cenare con i cugini anch’essi expat che vivono in America e parlare delle varie differenze tra i paesi

E’ afftittare il pedalò e farsi il bagno al largo e guardare gli ombrelloni, lontano lontano…

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...