Angoli d’Italia : il Gargano

L’avevo anticipato ed ecco un post sul Gargano…

Noi eravamo a Vieste, perla del Gargano ma abbiamo comunque approfittato per fare una visita a Peschici e, nell’interno, a San Giovanni Rotondo.

Quest’estate così capricciosa ci ha fatto vedere il Gargano con una veste diversa, non solo sole e quel venticello che spesso lo caratterizza; ma anche nuvoloni neri e cielo scuro, che però non hanno scalfito il suo fascino.

Il Gargano , sperone del tacco del nostro Belpaese,  è un vasto parco nazionale coperto in  gran parte dalla vegetazione tipica della macchia mediterranea e da coltivazioni di mandorli e ulivi.

I suoi panorami mozzafiato ci mostrano fieri il contrasto dei suoi colori: il verde delle colline, il bianco delle scogliere a picco e il blu del suo mare.

 

Ora vi mostrerò parte di quel che abbiamo visto noi e che vi consigliamo!

 

IMG_0268_2
ulivi con la tipica potatura

 

VIESTE

IL PIZZOMUNNO E LA SUA SPIAGGIA

Vieste offre delle bellissime spiagge tra le quali quella del Pizzomunno dove eravamo noi e che consiglio a tutti coloro che hanno bambini. E’ molto lunga e spaziosa, il mare basso e la vista sulla città vecchia e punta san Francesco completano il quadro.  Gli stabilimenti balneari coprono la maggior parte della spiaggia lasciando pochi spazi alle spiagge libere.  I lidi vicini al paese ed al Pizzomunno sono di solito presi d’assalto mentre consiglio di prendere in considerazione anche quelli più “lontani” perché più larghi e vivibili.

DSC05760
la Spiaggia dall’alto

DSC05753

 

IMG_0227_2
il Pizzomunno, un faraglione staccatosi dalla scogliera

Esistono molte leggende in merito al Pizzomunno,  ve ne cito una:

” Forse la più rinomata e struggente fra di esse, narra la storia di due giovani innamorati abitanti di Vieste: Pizzomunno e Cristalda. Lui, pescatore, era molto alto e di bell’aspetto, lei era altrettanto bella e con una fluente chioma bionda. Pizzomunno partiva ogni mattina con la sua barca verso il mare, dove le ammalianti sirene cercavano di conquistarlo; lui però restava fedele all’amore per Cristalda.
Le sirene quindi, irritate, decisero di rapire Cristalda portandola con loro per sempre nel mare profondo. Pizzomunno, impietrito dalla sofferenza, si trasformò nel faraglione che a tutt’oggi torreggia sulla spiaggia di Vieste. Ancora secondo la leggenda ogni cento anni il sortilegio si infrange, e i due giovani possono celebrare il loro amore fino all’alba, quando entrambi devono tornare al loro triste destino per altri cento anni, prima di potersi incontrare nuovamente.

 

IMG_0270_2
la spiaggia in un giorno non proprio da “spiaggia”!

 

IL CENTRO STORICO

 

Con questo cielo plumbeo abbiamo approfittato per girovagare nel centro di Vieste (passeggiata che di solito lasciavamo per il  dopo cena)

 

DSC05741
la cattedrale

 

DSC05742
i vicoli del centro
IMG_0209_2-001
Punta San Francesco

 

IMG_0284_2

Vieste sotto un cielo plumbeo vista dal trabucco

IMG_0315_2
Enoteca ricavata nella roccia

I TRABUCCHI

Di straordinaria bellezza i trabucchi, strutture in legno utilizzate per la pesca. Alcuni sono addirittura stati trasformati in ristoranti ma non ho ancora avuto il piacere di andarci…sarà per la prossima volta!

IMG_0278_2 IMG_0282_2

Da non perdere se andate a Vieste è il tour delle grotte. Ci sono alcune imbarcazioni che organizzano le escursioni lungo il litorale mostrando queste grotte scavate dall’erosione marina. Se poi riuscite a fare il tour con una barca privata sono ancora più suggestive. Noi quest’anno abbiamo dovuto evitarlo per via del tempo e del fatto che sarebbe stato un po’ troppo stancante per lo Stiazzo. Ma sarà da fare la prossima volta!

 

Poco distante da Vieste, PESCHICI, un’altra bella perla incastonata nelle rocce del Gargano.

 

IMG_0230_2 IMG_0233_2

 

IMG_0288_2 IMG_0298_2 IMG_0300_2 IMG_0303_2

IMG_0307_2-001

Tra Vieste e Peschici vi consiglio la spiaggia di Zaiana; una baia di straordinaria bellezza raggiungibile a piedi.  Noi quest’anno l’abbiamo evitata a causa del tempo poco clemente.

La natura ci ha voluto comunque  stupire con l ‘ ARCHITIELLO DI SAN FELICE

Situato nella Baia di San Felice l’Architiello é diventato uno dei simboli del Gargano. Scavato in modo perfetto nella roccia dal mare e dal vento o come vuole la leggenda dalle Ninfe Marine e Tritoni per il loro re Nettuno.

IMG_0253_2

 

All’interno, a circa 500 m di altitudine,  invece c’è  San Giovanni Rotondo, il paese che ha accolto Padre Pio per più di cinquant’anni.

Sebbene sia una meta religiosa delle più gettonate qui non si trova la folla che si vede a Lourdes o in altri luoghi di pellegrinaggio.  La Chiesa di Santa Maria delle Grazie con la cripta (ora vuota)  è molto toccante, mentre la chiesa nuova disegnata da Renzo Piano sinceramente è una delusione.

La chiesa nuova dove ora vi è esposto  il corpo del Santo è, a mio modesto parere,  decisamente fuori luogo. Sfarzosa ed esagerata non ha nulla a che vedere con le caratteristiche di Padre Pio.

 

DSC05791
la Stauta di San Pio all’ingresso della Chiesa di Santa Maria delle Grazie
DSC05792
mosaico dedicato a San Giovanni Paolo II nella chiesa di Santa Maria delle Grazie
DSC05802
la chiesa di Santa Maria delle Grazie
DSC05803
la Via Crucis che si inerpica sulla montagna a fianco dell’ospedale
DSC05798
le campane e la croce della chiesa “nuova”

Se doveste andare a San Giovanni Rotondo vi consiglio anche di proseguire il vostro tour e visitare il Santuario di San Matteo (a pochi km da San Giovanni sulla strada verso San Marco in Lamis). Io l’ho trovato forse più suggestivo di San Giovanni Rotondo, anche se purtroppo l’abbiamo visitato con la pioggia per cui non ho foto da mostrarvi. Per chi avesse bambini piccoli nel Santuario di San Matteo si trova un presepe  ricavato in una sorta di grotta ed allestito tutto l’anno.

 

 

Restano molte cose ancora da visitare sul Gargano, come Monte Sant’Angelo…

e da fare, come una cenetta al Trabucco…

ma lasciamo queste scoperte per le prossime vacanze.

 

IMG_0267_2

 

 

Annunci

Un pensiero su “Angoli d’Italia : il Gargano

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...