Cronache di un weekend non organizzato, ma ben riuscito

Per la serie l’organizzazione non è il mio forte, e qui mi deprimo un pò perché non riesco a cambiare,… ecco un weekend  improvvisato, rigorosamente non organizzato ma andato alla grande!
La partenza doveva essere venerdì alle 5 e alla fine siam partiti alle 6 passate.
La borsa doveva essere pronta alle 5 ma é stata preparata in 10 minuti prima di partire.
Un solo albergo prenotato e nessuna idea delle escursioni…Ma si va ! Si parte comunque.Prima destinazione: Genova.
L’idea è di riportare la Stiazza all’Acquario visto che la prima volta aveva meno di due anni.

La prima notte (venerdì) la passiamo in un agriturismo a Genova Sant’Ilario ovvero zona Nervi, scopriamo poi essere un angolo “vip” di Genova (ci abita grillo, Anna oxa e artisti vari). Il panorama dalla cima della collina è mozzafiato e il mare si mostra proprio una tavola blu. Noi arriviamo tardi e non possiamo cenare li ma con il calar del sole godiamo di uno spettacolo unico: le lucciole! Il prato si illumina e brilla, Stiazza impazzisce e le rincorre fino ad acchiapparle e accarezzarle. Due tedeschi fanno il bagno in piscina ma noi non siamo altrettanto coraggiosi!
La mattina dopo colazione e pronti per l’Acquario. Arriviamo all’acquario non troppo presto e il timore di trovare una coda lunghissima è alto, invece siamo fortunati, prendiamo il biglietto che comprende acquario e città dei ragazzi in 5 minuti siamo dentro. L’acquario lo conosciamo già ma questa volta facciamo la visita con una guida; si paga qualche cosa in più ma ne vale la pena. Il nostro è un gruppetto piccolo per cui riusciamo a seguire bene e anche la Stiazza è rapita dalle curiosità che Elisabetta ci racconta. Lo sapete che la stella marina è carnivora e ghiotta di cozze?!

i bambini tengono d’occhio la vasca con gli squali
anche le meduse hanno il loro fascino
Tra pesci colorati (che mi fanno venire la nostalgia per la vacanza alle Seychelles di 2 anni fa) squali e pesci sega il segno lo lasciano i delfini e le razze! Arriviamo davanti alla parte cetacei, aperta da circa un annetto, proprio nel momento in cui ci sono gli addestratori e lo spettacolo è ovviamente imperdibile, piu tardi ricapitiamo davanti alla loro vasca ma al piano di sotto, di nuovo durante l’addestramento, e così quando i delfini saltano e si tuffano sono proprio sopra la nostra testa! Emozionante! Le razze da toccare invece attirano i bambini e anche noi siamo costretti a più giri.Dopo pranzo finito il giro dell’acquario ci dirigiamo verso “la città dei bambini“, che si trova sempre nella zona del Porto Antico, che entusiasma la Stiazza e anche noi ! È pensata molto bene e insegna ai bambini e ragazzi un sacco di cose dalla fisica alla biologia. Ci sono diverse attività divise per fasce d’età:  fino ai 3 anni, dai 3 ai 5 anni e dai 6 ai 12.
Io sono impazzita per la parte con le bolle di sapone, ero peggio dei ragazzini!

Molto intelligente ho trovato la parte delle energie rinnovabili che mostrano ai bambini come sole, acqua e vento siano fonti di energia.

Così come gli effetti degli specchi e della luce. E anche i piccolissimi ne sono affascinati 😉

Nel padiglione all’ingresso (oltre ad esperimenti con l’acqua e coi 5 sensi) c’é invece un grande “cantiere” dove i bambini armati di elmetti possono giocare liberamente a creare nuove costruzioni e fare una sorta di gioco di ruolo, chi scarica mattoni, chi li trasporta, chi controlla la sbarra e cosi via. E non credete che sia un gioco da maschietti perché le bimbe si divertono allo stesso modo.

Alla città dei ragazzi organizzano anche animazioni e chi è della zona può approfittare per fare feste di compleanno. (Per info si può comprare il biglietto insieme all’ingresso dell’Acquario). Trovate maggiori informazioni qui.

Usciamo dalla città dei ragazzi e facciamo anche un giro sul Bigo l’ascensore che ti da una panoramica sul Porto antico, l’acquario e una visione della città dall’alto.

Ma come avevo detto all’inizio questo we non era “organizzato” e per questo in pausa pranzo abbiamo dedicato un po’ di tempo alla ricerca dell’hotel per la notte.
Ci siamo spostati cosi nel tardo pomeriggio a Levanto anzi l’hotel, che é stato una piacevole scoperta, é a Carrodano proprio vicino all’uscita dell’autostrada e ad una decina di km da Levanto. Domenica primo vero giorno d’estate lo passiamo in relax facendo il tratto di pista ciclabile Levanto- Bonassola – Framura.
Un tratto breve e spesso in galleria (per questo anche con il caldo é consigliabile portare una felpa) ma molto suggestivo. Dopo una vera focaccia al formaggio ce ne stiamo sulla spiaggia, anche se un po’ affollata e primo bagno di stagione…finalmente!

Visto che in Francia si festeggia il lunedi di Pentecoste ne approfittiamo per fare un giro in battello alle 5 terre. Purtroppo non abbiamo molto tempo, ma in realtà il sole é caldo e le passeggiate più semplici sono ancora chiuse (la via dell’amore per esempio) per cui prendiamo il battello a Monterosso (5 minuti di Treno da Levanto) e andiamo fino a Porto Venere.

Per me Porto Venere é magico, é il posto romantico per eccellenza anche se va visto fuori stagione senza la folla di turisti  per goderselo appieno. La natura ci ha fatto comunque uno splendido regalo: alcuni delfini  hanno “scortato” il nostro battello e vederli liberi in mare é qualcosa di grandioso.
La giornata scorre veloce, fin troppo, ed é ora di tornare a casa.
4 ore di macchina ci separano da casa , ceniamo per strada ancora in Italia per tenerci in bocca il sapore della vacanza! Eh si perché per noi queste mini vacanze sono spesso verso l’Italia anche per questo motivo! 

A questo proposito segnalo i posti dove siamo stati che ho commentato su tripadvisor e che vorrei riassumere in una sezione del blog . (non appena avrò il tempo)

Agriturismo La taverna del sole – Genova Nervi 
http://www.agriturismosantilario.it/
Via Fossa dei Carboni di Sopra
16167 Genova Sant’Ilario
Tel. 010 323686

Bellissima la location, un agriturismo con piscina e una splendida vista. La camera piccola ma pulita. Unico neo mi ha delusa la colazione

Albergo ponte antico – Carrodano (11 km da Levanto)
http://www.albergoalponteantico.it/
TRovato per caso é stato una piacevole sorpresa, camere ampie e moderne.Gestori gentilissimi e ospitali. Ottima colazione a buffet

Il ristoro del pellegrino – A fianco del Santuario NS di Roverano
Santuario di Roverano

Consigliatoci dai gestori dell’hotel di Carrodano, ottimo risorante – buon rapporto qualità prezzo (anche se noi a volte ci lasciamo prendere ed esageriamo un po’!) – accoglienza cordiale anche con i bambini.
https://www.facebook.com/pages/Ristoro-del-Pellegrino-Roverano/318469541509006

 

Annunci

Un pensiero su “Cronache di un weekend non organizzato, ma ben riuscito

  1. Mi sono segnata tutti i suggerimenti di hotel (sperando che abbiano una camera per 5!!!) e il ristorante! Cerchiamo di organizzarci per andare alla scoperta della Liguria! Grazie per le info!

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...